Castro e dintorni

Storicamente chiamata Castrum, dal latino fortezza, in quanto in epoca romana sorgeva un insediamento con il nome di Castrum Minervae, la cittadina marina di Castro rappresenta attualmente una delle località più ambite dai turisti.

Con soli 4,44 km² di estensione superficiale, il territorio comunale risulta essere il più piccolo comune per superficie dell’intera Puglia. È morfologicamente caratterizzato da un territorio pressoché ondulato con pochi spazi in pianura che si alternano a modesti rilievi digradanti verso il mare e raggiunge il punto più elevato (131 metri s.l.m.) con il Monte Mattia. Sulla costa sono presenti molteplici grotte marine aperte ad escursioni in barca e immersioni, la cui più famosa è nota come la “grotta Zinzulusa”, unico sito carsico italiano tra i dieci mondiali segnalati dal KWI come meritevole di tutela. Esistono inoltre altre grotte, come la grotta Romanelli, la grotta Azzurra e la grotta Palombara.

Castro è inoltre particolarmente famosa per la Cattedrale dell’Annunziata, a croce latina, costruita nel 1171 probabilmente sulle rovine di un tempio greco e per l’imponente castello aragonese, costruito nel XIII secolo sui resti di un edificio bizantino.

Circa 10 km a nord lungo la costa sorge la località di Santa Cesarea Terme, particolarmente nota per le sue preziose acquee termali. La piccola cittadina vanta numerose e immense ville in stile Liberty, risalenti al periodo in cui andare alle terme era un’attività molto di moda, soprattutto per la classe benestante.

Castro

Castro

Santa Cesarea Terme

Santa Cesarea Terme

Tag: ,

I Commenti sono chiusi